Burro di karitè

Burro di karitè

E’ una sostanza ricavata dai semi di una pianta denominata Vitellaria paradoxa (o Butyrospermum parkii) e costituita da un insieme di sostanze grasse che prendono il nome di “burro”. La pianta è legnosa ad alto fusto e viene chiamata anche “albero della giovinezza” che cresce negli aridi paesaggi della savana sub-sahariana. Il burro che si ricava dai semi è stato scoperto nelle attività locali nelle quali veniva utilizzato come su pelli secche e screpolate per ammorbidire l’epidermide, nonché sui capelli per migliorarne la lucentezza. Oggi viene utilizzato in cosmetica a livello internazionale per fruttarne le caratteristiche peculiari come emolliente, ammorbidente, antirughe, antismagliature, antiinfiammatorie, calmanti. Completamente assorbito a livello cutaneo non lascia segni di untuosità conferendo alla pelle compattezza ed elasticità. La sua composizione evidenzia una particolare ricchezza in vitamine liposolubili, A ed E, note per la loro attività antiossidante utile per contrastare la formazione dei radicali liberi.